Piercing orali e corretta igiene

Sebbene non di moda come qualche anno fa, ancora oggi tra i più giovani capita di notare la presenza di piercing. Per questo oggi vogliamo occuparci di quelli relativi al cavo orale, per darvi sia qualche informazione circa i rischi per la salute dei denti sia per indicarvi qualche pratica per una corretta igiene.

Piercing-alla-lingua

Piercing, i rischi per il cavo orale

In alcuni casi la presenza del piercing in bocca può portare con sé dei rischi per la cavità orale, i principali sono:

• fratture e abrasioni ai denti, causate dallo sfregamento del piercing (rischio che vale anche per denti che hanno subito riparazioni, quali capsule o otturazioni)
• spazi tra gli incisivi superiori, che a volte possono essere legati all’abitudine di mordicchiare o giocare con il piercing
• alitosi, a causa dei residui di cibo che possono accumularsi nei pressi del piercing
• ipersensibilità o sensibilità dentale, causata dallo sfregamento del piercing sul tessuto intorno al dente
• infezioni della mucosa e dei tessuti molli della bocca
• esposizione a placca batterica e tartaro, a causa della maggiore difficoltà di pulire le zone immediatamente vicine al piercing
• ferite e infiammazioni gengivali, recessione gengivale e parodontite, che possono poi richiedere l’intervento dell’implantologia per essere risolte
• interferenza con le normali funzioni orali tra cui eccessiva produzione di saliva, problemi di masticazione, deglutizione e ad articolare certe parole
• danni ai nervi, per lo sfregamento del piercing sul tessuto gengivale
• emorragia prolungata, causata dalla ferita o dalla perforazione accidentale di un vaso sanguigno
• se praticati in ambienti non a norma, i piercing possono esporre al rischio di epatite
• infezioni che dalla bocca possono interessare anche altre parti del corpo, come le valvole e i tessuti cardiaci, tra cui soprattutto l’endocardite
• dolore e gonfiore, talvolta sintomi del rigetto del piercing stesso

colluttorio

Le pratiche di igiene

Dedicarsi all’igiene orale in presenza di un piercing diventa allora ancor più fondamentale per scongiurare il rischio di problemi e patologie. Ecco alcuni consigli:

• utilizzare lo spazzolino dopo i pasti per rimuovere ogni residuo di cibo

• usare un collutorio antibatterico 

• avere cura del piercing, tamponarlo con sale marino e quotidianamente pulirne con un bastoncino imbevuto di collutorio sia il foro di entrata che quello di uscita

• fare attenzione all’alimentazione evitando alcolici, fumo, cibi troppo piccanti o troppo caldi, gomme da masticare, bibite zuccherate

• utilizzare dei cubetti di ghiaccio in caso di gonfiore

Infine vi ricordiamo che è molto importante mantenersi controllati periodicamente.

L’articolo ti è piaciuto?

Continua a seguire “Il dentista consiglia” oppure contattaci qui

    Articolo

    Nome *

    La tua email *

    Messaggio *